Città di Firenze

firenze dicembre


il sito del comune di Firenze

Firenze card

Firenze dicembre


i principali musei, ville e giardini e trasporto pubblico, wifi

Musei Civici

Firenze dicembre


visita il sito e scopri i Musei Civici Fiorentini

Iscriviti alla newsletter

Domenica del Fiorentino 12 gennaio 2014

Written by staff on . Posted in blog, i bacioni

 

 

La prima Domenica del Fiorentino del 2014 propone – oltre alle ormai consolidate proposte di visite in Palazzo Vecchio e al Complesso di Santa Maria Novella – una serie di percorsi e laboratori centrati sui temi dell’acqua e delle fontane in età medicea, concepiti e realizzati grazie al supporto di Publiacqua: Acque e fontane nel Palazzo DucaleIntorno al Biancone, Fonti di luce.

Da segnalare inoltre il percorso dedicato a Niccolò Machiavelli Cancelliere, proposto in occasione delle celebrazioni relative a Il Principe e al suo autore, nonché l’attività Bianco,

Piccole storie di colori proposta grazie al sostegno di Giotto-FILA.

Saranno inoltre proposte eccezionalmente e in forma gratuita le visite guidate al Museo del Ciclismo Gino Bartali (via Chiantigiana 175, Ponte a Ema), realizzate in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo Gino Bartali.

Si ricorda che per tutte le visite guidate e le attività la prenotazione è obbligatoria, così come per gli accessi alla Torre di Arnolfo (ingressi ogni mezz’ora in orario 10.00/17.00, ultimo accesso ore 16.30) e alla Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi ogni venti minuti in orario 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.20). All’atto della prenotazione è possibile riservare una sola visita o attività nel corso della giornata per un massimo di 10 persone.

Senza prenotazione è il solo accesso ai Musei Civici Fiorentini, gratuito per tutti i nati e/o residenti a Firenze e in provincia: è sufficiente mostrare la card UnbacioneaFirenze o il proprio documento di identità per entrare gratuitamente e senza alcuna prenotazione in Palazzo Vecchio(orario 9.00/24.00), Santa Maria Novella (orario 12.00/17.00), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 10.00/16.00).

 

 

Il programma è realizzato grazie al sostegno di


 

 

 

 

Informazioni e prenotazioni
055-2768224, 055-2768558
dal lunedì al sabato 9.30-13.00 e 14.00-17.00
domenica 9.30-12.30
info@muse.comune.fi.it
www.musefirenze.it

 


MUSEO DI PALAZZO VECCHIO

Tracce di Firenze. Palazzo Vecchio racconta la città
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 16.00
durata: 50’
La visita consente di comprendere gli sviluppi architettonici e urbanistici della città di Firenze nel corso dei secoli, ripercorrendone le tappe salienti grazie a testimonianze d’eccezione: fra queste le chiavi delle porte urbane medievali, la monumentale Veduta della Catena, le incisioni settecentesche di Giuseppe Zocchi, i dipinti di Augusto Marrani o i progetti di Giuseppe Poggi. Un immaginario “viaggio in Firenze” che si spinge fino al contemporaneo.

 

Visita a Palazzo
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 12.00
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di ununicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

 

Percorsi segreti
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 11.30, 12.00, 14.00, 14.30 e 16.30
durata: 1h15’
La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.

 

 

Visita all’antico teatro romano

target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00 e 10.45
durata: 30’
Palazzo Vecchio poggia le sue fondamenta sui resti dell’antico teatro romano di Florentia.
Sorto probabilmente appoggiandosi all’angolo sudoccidentale delle mura urbane della città romana, il teatro viene costruito verso la fine del I secolo a.C. e ampliato in età adrianea, quando la città è oggetto di un forte investimento da parte dell’Impero. La visita consente di leggere la stratigrafia degli scavi archeologici e di rievocare lo spirito degli spettacoli che i florentini cives tanto amavano.

 

Niccolò Machiavelli Cancelliere

target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 15.30
durata: 1h15’

La visita permette un dialogo diretto con gli ambienti e con le opere legate a Niccolò Machiavelli partendo dai “luoghi comuni” che ne avvolgono la figura e tentando di restituirne la verità storica. Verità che non può essere disgiunta dal contesto della Repubblica fiorentina tra fine Quattrocento e inizio Cinquecento, considerando che Machiavelli assume nel 1498 il ruolo di Cancelliere e sarà tale nomina a consentirgli un punto di osservazione privilegiato della vita politica cittadina e internazionale. Durante il percorso il pubblico potrà quindi gradualmente conoscere i suoi compiti quotidiani – immaginandolo impegnato negli uffici a redigere lettere o in partenza per ambascerie diplomatiche – e approfondire la sua riflessione politica di “principato civile”.

 

Acque e fontane nel Palazzo Ducale

target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00 e 11.30
durata: 1h15’

Il percorso è centrato sui significati e sui caratteri assunti dalle acque e dalle fontane nella Reggia medicea cinquecentesca, rievocando la possente azione di canalizzazione delle acque promossa da Cosimo I de’ Medici in tutta la città di Firenze. Nel primo cortile dell’edificio è in funzione ancora oggi la fontana di porfido su cui si erge il “putto in bronzo che strozza un pesce” modellato da Andrea Verrocchio su commissione di Lorenzo il Magnifico (l’originale è oggi posto all’interno del museo, nel Terrazzo di Giunone, dove era prevista un’altra fontana poi non realizzata); segue il grandioso progetto di Bartolomeo Ammannati per la Sala Grande, di cui sarà possibile ammirare una precisa ricostruzione virtuale; per giungere infine alla fontana progettata “al piano delle camere del duca” e al bagno riservato a Cosimo I, affrescato da Marco da Faenza.

 

Intorno a Nettuno

target: per famiglie con bambini dagli 8 anni
orari: 10.30 e 16.00
durata: 1h15’

L’attività è imperniata sulla Fontana di Nettuno in Piazza Signoria, commissionata da Cosimo I de’ Medici e realizzata da Bartolomeo Ammannati. Il suono dei corni dei tritoni annuncia l’arrivo di Nettuno, erto sul carro trainato da quattro cavalli marini; il dio è accompagnato da altre divinità marine e da un corteo di ninfe, satiri e fauni. La fontana prevedeva oltre settanta zampilli: una meraviglia che avrebbe ben simboleggiato il dominio del Duca sul mare e il suo buongoverno sulla città e sui suoi acquedotti. I bambini saranno così coinvolti nella realizzazione di una “fontana effimera” ispirata a quella in piazza Signoria e al progetto per il Salone dei Cinquecento – sempre di Bartolomeo Ammannati – dando vita a una creazione capricciosa e visionaria sul tema dell’acqua e del mare.

 

Bianco. Piccole storie di colori

target: per famiglie con bambini dai 4 anni
orari: 10.30 e 15.00
durata: 1h

Il Bianco è colore-non colore, può includerli o escluderli tutti a seconda del modo in cui lo si guarda. I bambini vengono coinvolti in una progressiva scoperta multisensoriale del Bianco, che ne indaga i significati e le sensazioni, per poi avviare un percorso nelle sale del Palazzo, alla ricerca dei colori che alcuni personaggi – divenuti inspiegabilmente bianchi – hanno misteriosamente perduto.

 

 

COMPLESSO DI SANTA MARIA NOVELLA

Visita a Santa Maria Novella
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 14.00, 15.30
durata: 1h15’

Le visite accompagnano il pubblico alla comprensione di uno straordinario documento della storia dell’ordine domenicano ma anche di un fondamentale capitolo della città di Firenze. In questo senso un’attenzione particolare sarà dedicata alla storia dell’ordine, i cui caratteri teologici soggiacciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patronati, coinvolgendo i maggiori artisti del Medio Evo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masaccio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi.

 

MUSEO DEL CICLISMO GINO BARTALI

Visita al Museo

target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00, 10.30, 11.00, 11.30
durata: 30’

Le visite consentono di rivivere gli anni del ciclismo sportivo in cui correva Gino Bartali – vincitore, fra le numerose gare, di tre Giri d’Italia (negli anni 1936, 1937, 1946) e di due Tour de France (1938, 1948) e recentemente insignito dell’onorificenza Giusto tra le nazioni – e di approfondire le tematiche del mondo della bicicletta. Oltre ai cicli, ai trofei e ai cimeli legati alla storia di Bartali sarà quindi possibile osservare esemplari storici di biciclette, da corsa e non, realizzate a cavallo fra Ottocento e Novecento.

 

IN CITTA’

Fonti di Luce

target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 17.00
durata: 1h15’

Il percorso, concepito in occasione dell’evento F-Light, conduce alla scoperta delle fontane più affascinanti presenti nel centro storico: tra queste la celebre Fontana del Porcellino nella Loggia del Mercato Nuovo, i terrificanti mascheroni della Loggia del Grano e di via dello Sprone, le raffinate fonti di Borgo San Jacopo e di Piazza Pitti. Capolavori artistici che si pongono come e importanti tasselli del patrimonio culturale fiorentino e che sintetizzano, nello scorrere delle loro acque, le linee dello sviluppo economico, sociale e politico della città. Dopo un’introduzione a Tracce di Firenze. Palazzo Vecchio racconta la città l’itinerario prosegue quindi nel centro storico portando il pubblico ad apprezzare le caratteristiche delle fontane più significative e a cogliere le tappe salienti della storia delle acque a Firenze.

 

Domenica del Fiorentino 8 dicembre 2013

Written by staff on . Posted in blog, i bacioni

 

 

La Domenica del Fiorentino di dicembre si presenta come una giornata particolarmente ricca che prelude al periodo delle feste natalizie: la giornata è quindi segnata dall’accensione dell’Albero di Natale in Palazzo Vecchio (Cortile della Dogana), quest’anno realizzato in collaborazione con la Fondazione Tommasino Bacciotti, e da un programma speciale di percorsi e attività sostenute da Giotto‐FILA e Azienda Olearia del Chianti.
Per gli adulti – oltre alle consuete proposte di visite in Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini, Complesso di Santa Maria Novella e Fondazione Salvatore Romano – si segnala il percorso dedicato a Niccolò Machiavelli Cancelliere, proposto in occasione delle celebrazioni relative a Il Principe e al suo autore.
Le famiglie con bambini potranno invece partecipare alle attività Blu. Piccole storie di colori presso il Museo Stefano Bardini e La corte in festa, Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato, Apparati di festa in Palazzo Vecchio.
Saranno inoltre proposte eccezionalmente e in forma gratuita le Visite guidate al Museo del Ciclismo Gino Bartali (via Chiantigiana 175, Ponte a Ema), realizzate in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo Gino Bartali.
Si ricorda che per tutte le visite guidate e le attività la prenotazione è obbligatoria, così come per gli accessi alla Torre di Arnolfo (ingressi ogni mezz’ora in orario 10.00/17.00, ultimo accesso ore 16.30) e alla Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi ogni venti minuti in orario 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.20).
All’atto della prenotazione è possibile riservare una sola visita o attività nel corso della giornata per un massimo di 10 persone.

Senza prenotazione è il solo accesso ai Musei Civici Fiorentini, gratuito per tutti i nati e/o residenti a Firenze e in provincia: è sufficiente mostrare la card UnbacioneaFirenze o il proprio documento di identità per entrare gratuitamente e senza alcuna prenotazione in Palazzo Vecchio (orario 9.00/24.00), Santa Maria Novella (orario 12.00/17.00), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 10.00/16.00).

Inoltre, viene riproposto: ‐ ingresso e visita guidata gratuita al Museo della Misericordia ‐ Piazza Duomo (su prenotazione in orario 15.30 e 16.30 (tel. 055 2393957)

Il programma è realizzato grazie al sostegno di:


 

Informazioni e prenotazioni
055-2768224, 055-2768558
dal lunedì al sabato 9.30-13.00 e 14.00-17.00
domenica 9.30-12.30
info@muse.comune.fi.it
www.musefirenze.it

 


MUSEO DI PALAZZO VECCHIO

Tracce di Firenze. Palazzo Vecchio racconta la città
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 14.30
durata: 50’
La visita consente di comprendere gli sviluppi architettonici e urbanistici della città di Firenze nel corso dei secoli, ripercorrendone le tappe salienti grazie a testimonianze d’eccezione: fra queste le chiavi delle porte urbane medievali, la monumentale Veduta della Catena, le incisioni settecentesche di Giuseppe Zocchi, i dipinti di Augusto Marrani o i progetti di Giuseppe Poggi. Un immaginario “viaggio in Firenze” che si spinge fino al contemporaneo.

Visita a Palazzo
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.30 e 14.00
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

Percorsi segreti
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00, 10.30, 11.30, 12.00, 15.00 e 16.30
durata: 1h15’
La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.

Visita all’antico teatro romano
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00 e 10.45
durata: 30’
Palazzo Vecchio poggia le sue fondamenta sui resti dell’antico teatro romano di Florentia. Sorto probabilmente appoggiandosi all’angolo sudoccidentale delle mura urbane della città romana, il teatro viene costruito verso la fine del I secolo a.C. e ampliato in età adrianea, quando la città è oggetto di un forte investimento da parte dell’Impero. La visita consente di leggere la stratigrafia degli scavi archeologici e di rievocare lo spirito degli spettacoli che i florentini cives tanto amavano.
Niccolò Machiavelli Cancelliere
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 15.30
durata: 1h15’
La visita permette un dialogo diretto con gli ambienti e con le opere legate a Niccolò Machiavelli partendo dai “luoghi comuni” che ne avvolgono la figura e tentando di restituirne la verità storica. Verità che non può essere disgiunta dal contesto della Repubblica fiorentina tra fine Quattrocento e inizio Cinquecento, considerando che Machiavelli assume nel 1498 il ruolo di Cancelliere e sarà tale nomina a consentirgli un punto di osservazione privilegiato della vita politica cittadina e internazionale. Durante il percorso il pubblico potrà quindi gradualmente conoscere i suoi compiti quotidiani – immaginandolo impegnato negli uffici a redigere lettere o in partenza per ambascerie diplomatiche – e approfondire la sua riflessione politica di “principato civile”.

Apparati di festa
target: per famiglie con bambini dagli 8 anni
orari: 16.00
durata: 1h15’
L’attività approfondisce il tema degli apparati di festa della corte medicea, che a metà Cinquecento sono in grado di trasformare ambienti, edifici, strade e persino la città intera: un vero “theatrum mundi”. I fantasiosi apparati sono opera degli artisti di corte, fra cui Tribolo, Giorgio Vasari, Bartolomeo Ammannati, Giambologna. Dopo un’introduzione focalizzata sugli apparati effimeri realizzati per il palazzo ducale i partecipanti saranno coinvolti nella preparazione di un piccolo allestimento scenico di festa: veri e propri “oggetti di stupore” creati con materiali effimeri quali stucco, cartapesta, carta pergamena, vimini.

Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato
target: per famiglie con bambini dagli 8 anni
orari: 11.30 e 16.30
durata: 1h15’
Il cacao approda a Firenze nei primi del Seicento, offerto in dono a Ferdinando de’ Medici dal viaggiatore Francesco d’Antonio Carletti di ritorno da un lungo viaggio intorno al mondo, e desta immediatamente curiosità e interesse: il xocol-atl era la bevanda rituale degli Aztechi, offerta anche al conquistatore Cortès; la sua pianta era il Theobroma cacao, il “cibo degli dei”, minutamente descritta da Bernardino de Sahagùn nella sua Historia general de las cosas de Nueva Espana. Nel dialogo fra corte medicea e Nuovo Mondo, l’attività segue la storia e i gusti del cioccolato dall’antica preparazione azteca alla cioccolata in tazza calda e dolce del Settecento, per giungere alle straripanti vie del cioccolato nel mondo contemporaneo.

Grazie a

 

 

La corte in festa
target: per famiglie con bambini dai 4 anni
orari: 12.00 e 15.00
durata: 1h15’
A Palazzo c’è aria di festa: la famiglia ducale si prepara ai festeggiamenti del Ceppo, ovunque si intendono le prove di musiche, si predispongono addobbi e arredi, si immaginano luci, paramenti e decori che regalino al Palazzo una veste straordinaria e splendente. Il percorso fra le sale consente di rivivere un’atmosfera festosa, fervida di immaginazione e di attesa, mentre lo sguardo sui preparativi – la tavola principesca, gli apparati sfarzosi, lo studio delle danze, le nuove vesti – coinvolge grandi e piccini nelle prove e nei lavori “dietro le quinte” per i festeggiamenti.

MUSEO STEFANO BARDINI

Visita al museo
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 14.00
durata: 1h15’
Nel museo si respira la passione che ha animato l’antiquario e connoisseur Stefano Bardini nell’acquisire nel corso della sua vita una quantità così ingente di opere d’arte. La visita permette di conoscere la sua straordinaria collezione, dalle grandi opere – fra cui la Carità di Tino di Camaino o la Madonna dei Cordai di Donatello – alle preziose testimonianze di arti minori quali cassoni, maioliche, tappeti, armi, bronzetti.

Blu. Piccole storie di colori
target: per famiglie con bambini dai 7 anni
orari: 15.30
durata: 1h
Nella prima parte dell’attività i bambini ripercorreranno, con il supporto di opere e manufatti delle collezioni Bardini, i caratteri e i simboli del Blu nel corso dei secoli, con un’attenzione ai materiali di provenienza – dal lapislazzuli al guado, dall’indaco al blu di Prussia. Sarà poi introdotto il concetto di Blu come colore del mondo celeste, portando alla scoperta delle storie di quel grande libro blu che è il cielo grazie a un percorso nelle sale: opera di riferimento sarà L’Atlante di Guercino, leggendario titano a sostegno del mondo e della sfera celeste. I bambini potranno infine ricomporre le storie delle costellazioni su un suggestivo “tappeto celeste”.

COMPLESSO DI SANTA MARIA NOVELLA

Visita a Santa Maria Novella
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 14.00, 15.30
durata: 1h15’
Le visite accompagnano il pubblico alla comprensione di uno straordinario documento della storia dell’ordine domenicano ma anche di un fondamentale capitolo della città di Firenze. In questo senso un’attenzione particolare sarà dedicata alla storia dell’ordine, i cui caratteri teologici soggiacciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patronati, coinvolgendo i maggiori artisti del Medio Evo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masaccio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi.

FONDAZIONE SALVATORE ROMANO

Visita alla Fondazione
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00, 11.00, 12.00
durata: 45’
Visitando la Fondazione Salvatore Romano si respira un’aria solenne: tutto è disposto con equilibrio e simmetria; fontane zoomorfe dialogano con antichi capitelli; vere da pozzo con frammenti lapidei; portali monumentali con leoni marini. Opere e frammenti di ogni genere, recuperati grazie all’acume dell’antiquario Romano e capaci di raccontare storie, stili e funzioni di ogni angolo della penisola.

MUSEO DEL CICLISMO GINO BARTALI

Visita al Museo
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00, 10.30, 11.00, 11.30
durata: 30’
Le visite consentono di rivivere gli anni del ciclismo sportivo in cui correva Gino Bartali – vincitore, fra le numerose gare, di tre Giri d’Italia (negli anni 1936, 1937, 1946) e di due Tour de France (1938, 1948) e recentemente insignito dell’onorificenza Giusto tra le nazioni – e di approfondire le tematiche del mondo della bicicletta. Oltre ai cicli, ai trofei e ai cimeli legati alla storia di Bartali sarà quindi possibile osservare esemplari storici di biciclette, da corsa e non, realizzate a cavallo fra Ottocento e Novecento.

MUSEO DELLA MISERICORDIA(Piazza Duomo)

Il Museo sarà aperto, grazie alla disponibilità dei volontari che accompagneranno i visitatori in un tour guidato. I posti disponibili sono 100, da suddividersi in 2 gruppi di 50 persone. La prima visita è fissata alle ore 15.30, mentre la seconda partirà alle ore 16.30. Il tour prevede, oltre alla visita delle sale del Museo, anche la visita della sala del Corpo Generale e dell’Oratorio dove si trovano alcune importanti opere d’arte come il San Sebastiano di Benedetto da Maiano. Per usufruire dell’iniziativa è necessario prenotarsi. Info e Prenotazioni: 055.2393957 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 dal LUNEDI’ AL VENERDI’ Il 20 gennaio del 2005, la Misericordia di Firenze ha inaugurato il museo all’interno della sua storica sede di piazza del Duomo. Le stanze, adibite a mostra permanente, racchiudono oggetti ed immagini relative agli oltre sette secoli di vita della Venerabile Arciconfraternita fiorentina: un percorso volutamente creato per raccontare la storia e le tradizioni di una delle più longeve e attive istituzioni cittadine. Disegni, acquerelli, dipinti, oggetti sacri di scuola fiorentina e oggetti legati alla tradizione: come la veste nera, il libro con iprimi capitoli, i bussolotti utilizzati per le votazioni e la gerla con cui, in pavenivano trasportati i malati e i defunti. Una sala è interamente dedicata all’altare maggiore e ai dipinti che lo ornavano. L’altare ligneo risale al 1500 e particolare ammirazione meritano un quadro raffigurante la Madonna con Bambino e San Giovannino di GiovannAntonio di Francesco Sogliano e un dipinto su tavola di Tobia e San Sebastiano di Santi di Tito. L’edificio di piazza Duomo, però, custodisce anche altre pregevoli opere, quali una Madonna del Ghiberti , la magnifica composLuca della Robbia, che sovrasta l’altare dell’Oratorio, il bellissimo San Sebastiano martire – patrono del Sodalizio – opera del noto scultore Benedetto da Maiano ed ancora la famosa Madonna della Misericordia, accolta nel sostegno a tempietto, sempre nell’Oratorio, di sicura scuola fiorentina appositamente realizzata per la Compagnia. Il Museo è aperto tutti i lunedì dalle 09.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00 e il venerdì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00.

Domenica del fiorentino

il palazzo dei fiorentini

Biblioteca delle Oblate

biblioteca delle Oblate

Palazzo Strozzi

visita il sito di Palazzo Strozzi