Musei civici fiorentini

I Musei Civici Fiorentini hanno il compito di conservare e valorizzare il patrimonio d’arte civico mettendolo a disposizione della fruizione pubblica nel senso più ampio e democratico possibile; essi sono un servizio pubblico, con funzioni culturali e sociali, un diritto dei cittadini.

I Musei Civici Fiorentini sono costituiti da una ricchezza e da una varietà articolata di collezioni custodite per la maggior parte in edifici antichi: il Museo di Palazzo Vecchio, il Museo di Santa Maria Novella, la Fondazione Salvatore Romano presso il cenacolo di Santo Spirito, il Museo Stefano Bardini riaperto in Oltrarno nell’aprile 2009 dopo 10 anni di lavori di restauro e riallestimento.

A questi che sono i Musei oggi aperti al pubblico, si affiancano il Forte Belvedere che custodisce la raccolta Alberto Della Ragione e le Collezioni del Novecento, attualmente inaccessibile al pubblico, la Galleria Rinaldo Carnielo, chiusa e in attesa dell’avvio di un nuovo progetto di allestimento e il Museo Firenze com’era che confluirà nel futuro Museo della Città, il cui nucleo fondativo troverà sede in Palazzo Vecchio.

Ai Musei va aggiunta la serie di Chiese ”coi quadri, con le statue, coi mobili di chiesa, e tutti gli oggetti d’arte e gli arredi sacri che vi si trovano” acquisite in concessione d’uso con quanto disposto dal Rogito Guerri del 29/04/1868 a seguito della legge di soppressione degli Enti religiosi sottoscritta dal ministro Siccardi nel 1866 tra le quali si ricordano: Santa Maria Novella con i suoi chiostri monumentali, Santa Maria del Carmine con la Cappella Brancacci, San Firenze, Santissima Annunziata e Santo Spirito.

A queste chiese si affiancano una serie di altri edifici religiosi per i quali i Musei Civici Fiorentini hanno in vario modo acquisito competenze nel corso del tempo relativamente al patrimonio di oggetti d’arte mobili, quali San Salvatore al Monte, San Giovannino degli Scolopi, la Cappella di San Romano a Settignano, Santa Maria del Pellegrino, San Giuseppino.

Contribuiscono a formare il patrimonio di opere d’arte di cui i Musei Civici Fiorentini curano la gestione, conservazione e valorizzazione anche le numerose raccolte che il Comune ha ricevuto in dono da collezionisti, artisti e istituzioni cittadine, in parte confluite nei Musei esistenti e in parte in deposito presso altri Enti.

Visita il sito dei Musei Civici Fiorentini

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Domenica del fiorentino

il palazzo dei fiorentini

Biblioteca delle Oblate

biblioteca delle Oblate

Palazzo Strozzi

visita il sito di Palazzo Strozzi